Fa’ la stanza giusta!

stanza dei compiti

Voi dove fate i compiti che vengono assegnati a casa? Noi li svogliamo  in cucina. Forse non è il posto più adatto, ma se devo seguire due bambini contemporaneamente(o 3 se viene qualche amichetto) , è sicuramente la stanza più pratica della casa.

C’è una buona luce, un tavolo capiente e sedie comode. Certo siamo un po’ allo stretto (non mi piace cucinare per cui l’ho preferita piccola), ma per il momento va bene così.

In realtà stiamo facendo dei lavori per dare ai ragazzi una camera da letto ciascuno. Lì trasporteranno i loro giochi, i loro libri e, quando saranno un po’ più grandi (e autonomi), potranno studiare lì.

Mentre ragionavo sulla progettazione della loro nuova stanza, mi sono resa conto che il luogo dove fanno i compiti è molto più importante di quello che pensiamo. Rifletti su te stessa: quando hai bisogno di concentrarti cerchi un posto in particolare? Probabilmente sì. Magari non te ne rendi conto, ma ricerchi una poltrona in particolare o vai in camera da letto oppure sul terrazzo. Ecco, bisogna che anche i nostri figli si trovino a loro agio quando devono studiare e fare i compiti. Dev’essere un luogo dove ovviamente non ci siano distrazioni, dove si sentano comodi e che faciliti loro lo studio.

Vediamo insieme quale potrebbe essere la sistemazione ideale:

  • LUCE: per quanto possibile la stanza dev’essere luminosa, in modo che gli occhi non debbano sforzarsi e i ragazzi non si stanchino ancora prima di quanto già facciano. Quindi l’ideale sarebbe che la luce principale (il lampadario) illumini la scrivania.
  • LE FINESTRE anche queste sono una bella fonte di luce! Mia madre diceva sempre che non dovevo dare le spalle alla finestra perché mi toglievo tutta la luce. Aveva ragione, naturalmente, ma per i nostri ragazzi con la soglia di attenzione molto bassa, la finestra può diventare una bella fonte di distrazione: meglio che non sia troppo a portata di vista
  • TV E CONSOLE ovviamente, ma non ho bisogno di dirtelo, vanno tenute rigorosamente spente (togli anche la lucina rossa) e possibilmente alle spalle in modo che non ci caschi l’occhio. Sarebbe buona cosa se anche durante le pause questi apparecchi restassero spenti.stanza compiti
  • LIBRERIA se è usata per il suo nome, cioè conservare i libri, va benissimo sistemarla dove puoi. Se al contrario oltre ai libri ci sono fumetti, videogiochi (magari la sua collezione di giochi Nintendo) o giocattoli, allora è decisamente meglio che si trovi alle spalle del ragazzo
  • GIOCATTOLI anche questi non devono essere in vista: meglio chiusi in un baule o in un armadio. Occhio non vede, cuore non duole.
  • LO SPAZIO la stanza dove tuo figlio fa i compiti deve avere dello spazio libero, vuoto. Tutti abbiamo bisogno di alzarci ogni tanto per sgranchire le gambe (anche quando siamo in ufficio) e i nostri ragazzi (spesso con qualche caratteristica ipercinetica) hanno proprio fisicamente bisogno di potersi muovere. Se è possibile accorpare un po’ i mobili o metterli lungo le pareti invece di occupare il centro della stanza è meglio.

Quindi non deve avere proprio niente davanti? Se la scrivania è contro la parete, questa si può arredare con qualcosa che possa aiutarlo durante i compiti: un orologio (in modo che possa controllare il tempo), un calendario con i suoi appuntamenti segnati (se sa che deve andare a giocare a basket, magari accelera la fase compiti) ed eventualmente una lavagnetta bianca con i pennarelli per segnarsi degli appunti.

Osserva la stanza dove tuo figlio studia e vedi se puoi fare qualche spostamento che torni utile alla concentrazione. Però è vietatissimo farlo da sola! Non sei tu che dovrai studiare lì, ma tuo figlio!! Parlatene insieme, prenditi un momento esclusivo con lui per decidere gli spostamenti e potrebbe essere l’occasione per un piccolo acquisto (dei post-it o delle biro colorate) che, come per tutte le cose nuove, non vedrà l’ora di usare!

Ora però è il tuo turno: raccontami dove fate voi i compiti e come hai organizzato la stanza dove li fate. Puoi scriverlo nei commenti o se hai voglia raggiungimi sulla mia pagina facebook giovedì 11 quando alle 14.00 quando sarò in diretta per approfondire l’argomento!

TI ASPETTO!

5 commenti

  1. Silvia Luisa Andreoletti

    2 anni fa  

    Ciao Anna,
    ti sto di nuovo leggendo….era un po’ che collezionavo le tue mail senza riuscire a leggerle..si riparte se riesco anche x la diretta FB. Buon lavoro


    • Anna

      2 anni fa  

      Ciao Silvia!!! Bentornata!!!


  2. Maria

    2 anni fa  

    In realtà vorrei capire come organizzare la stanza. .
    Ho 2 bambini 4° elementare maschietto e femminuccia, sono ixattivi e con disturbi di attenzione e concentrazione in modo differente , i loro compiti li svolgono ad un doposcuola specialistico , dormono nella stessa stanza e ho una stanza che è la 1/2 di quella in cui dormono che potrebbe diventare la stanzetta di uno dei 2 . Non è molto grande (4×2) e non saprei come organizzarlo e x chi
    Grazie


    • Anna

      2 anni fa  

      Ciao Maria! hai scritto che hanno disturbi di attenzione differenti. Questo potrebbe essere un buon punto di partenza: quello che è più ipercinetico avrebbe bisogno di più spazio, mentre chi è più disattentivo forse meno distrazioni ha meglio è. Tieni presente che, anche se la stanza è piccola, un lettino soppalcato lascia tutto il pavimento libero e quindi sfruttabile. Hai provato a chiedere a loro?


  3. Ianthe

    3 mesi fa  

    Hi, very nice website, cheers!
    ——————————————————
    Need cheap and reliable hosting? Check our hosting comparison.
    ——————————————————
    Check here: https://hosting-compare.net/


A te la parola

La tua email non sarà pubblicata.

// Set to false if opt-in required var trackByDefault = true; function acEnableTracking() { var expiration = new Date(new Date().getTime() + 1000 * 60 * 60 * 24 * 30); document.cookie = "ac_enable_tracking=1; expires= " + expiration + "; path=/"; acTrackVisit(); } function acTrackVisit() { var trackcmp_email = ''; var trackcmp = document.createElement("script"); trackcmp.async = true; trackcmp.type = 'text/javascript'; trackcmp.src = '//trackcmp.net/visit?actid=25280580&e='+encodeURIComponent(trackcmp_email)+'&r='+encodeURIComponent(document.referrer)+'&u='+encodeURIComponent(window.location.href); var trackcmp_s = document.getElementsByTagName("script"); if (trackcmp_s.length) { trackcmp_s[0].parentNode.appendChild(trackcmp); } else { var trackcmp_h = document.getElementsByTagName("head"); trackcmp_h.length && trackcmp_h[0].appendChild(trackcmp); } } if (trackByDefault || /(^|; )ac_enable_tracking=([^;]+)/.test(document.cookie)) { acEnableTracking(); } "/>
Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco